UN PENSATORE AL MIO OCCHIO INTERIORE

 

UN PENSATORE AL MIO OCCHIO INTERIORE

Mi ha crecato per mille volte un pensatore
sullo sguardo della tua anima,
per farla innamorarla di me.
Non mi ricordo la sua faccia,
ma l’ho sentito molto vicino,
come ascoltasse il mio respiro
e il camino delle mie cadenze,
ancora perse sulla via dove
mi ha lasciato perdere.

Mi ha cercato per mille volte un pensatore
sul gradino della tua macchina,
per accogliermi nelle sue luci.
Non mi ricordo le sue parole,
ma l’ho sentito molto vicino,
come ascoltasse il mio pensiero
e il mio trascino sulle strade,
ancora vuote e morte dove
mi hai lasciato perdere.
Mi ha cercato per mille volte un pensatore
nelle tombe dei nostri rimorsi,
per regalarmi il suo fazzoletto.
Non mi ricordo il suo nome,
ma l’ho sentito molto vicino
come fosse sempre accanto me,
lui mi ha accompagnato fuori
dalle nostre prigioni,
ancora umidi e scuri dove
mi hai lasciato perdere.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s